The Walking Dead tornerà sugli schermi statunitensi il 14 febbraio 2016, con una nuova tornata di episodi, che riveleranno il destino dei personaggi, i quali, erano rimasti in una situazione abbastanza drammatica prima del mid-season finale.

Gli spettatori ricorderanno che Alexandria, ove dimorano attualmente Rick e soci, era stata invasa da un’orda di famelici vaganti.

Il creatore della serie, nonché del fumetto, Robert Kirkman, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al ritorno sui teleschermi di The Walking Dead:

“Riprenderemo esattamente dove abbiamo lasciato, con Alexandria completamente affollata di vaganti, con Rick e gli altri dipinti di sangue ed organi spiaccicati addosso mentre cercano di sfuggire agli zombie. Tutti sono proprio nel posto dove li abbiamo lasciati, soltanto che le cose saranno peggiori”.

Nell’intervista rilasciata ad EW, però, Kirkman non si limita ad un recap del finale, ma va oltre ed indica quale sarà la strada della seconda parte della sesta stagione di The Walking Dead:

Solo perchè la città [Alexandria ] è piena di non morti, non significa che verrà abbandonata . Pensiamo a quei progetti di costruzione, coloro che sopravviveranno li attueranno. C’è un qualcosa di speciale che lega i personaggi a questo posto, a tal punto che può diventare un pilastro su cui costruire qualcosa di duraturo. Tutti hanno la possibilità, dietro queste mura, di sopravvivere a lungo. Hanno già un certo grado di sicurezza, non devono andare fuori a cercarne dell’altra come hanno fatto finora per tutta la durata dello show. Non è come alla prigione, quando tutti erano d’accordo sul dover cercare un altro posto. Alexandria è diversa”.

Infine, Kirkman, dichiara quello che tutti i fan stavano aspettando:

Non dimentichiamo che stanno per arrivare cose che amplieranno il mondo finora conosciuto in The Walking Dead, come Negan e le altre comunità”.

Finalmente….Negan.